[PUBBLICAZIONI] il mistero della prima apparizione italiana di He-Man e i Masters of the Universe

 

Tutti quanti abbiamo sempre creduto che i Masters of the Universe, dopo il loro debutto americano nel 1982, fossero giunti da noi solo nella primavera dell'anno seguente.
È infatti dal numero di Topolino del 17 aprile 1983 che iniziò la massiccia campagna pubblicitaria riguardante i Dominatori della Mattel, che stiamo riscoprendo in una serie di post (vedi QUI).
Ma le cose non starebbero proprio così: e se a mettere per primo la pulce nell'orecchio è stato il sito/canale Nijirain, ricordando una probabile pubblicità Masters già nel gennaio 1983, in realtà abbiamo scoperto che He-Man e soci sono arrivati da noi anche prima: nel novembre 1982!
Ma anche con questa informazione, un piccolo mistero permane...


È stato il collezionista Fabio Zorzenon a fornire questo inedito materiale e a permettere di retrodatare l'esordio italiano dei Masters of the Universe.
Dalla sua raccolta, ha tirato fuori un inserito uscito con Topolino n. 1409 del 28 novembre 1982.
Inserito che contiene una rielaborazione (più cartoonesca, "bubblegum" e brutta -ma affascinante-) del primissimo minicomic della linea, disegnato dal mitico Alfredo Alcala.




Piccola parentesi: i minicomics sono quei libricini (i primi quattro vere e proprie storie illustrate, dal quinto in poi si tratta di avventure a fumetti) presenti nella confezione di ogni action figures, macchinario, creatura o playset della linea Masters of the Universe.
Ebbene, proprio il primo di questi, che noi abbiamo avuto anche in edizione identica all'originale, nel novembre del 1982 fu allegato a Topolino, ma completamente ridisegnato e semplificato.




Con questa storia, che illustrava a grandi linee chi fossero He-Man, Skeletor, Teela e gli altri personaggi base, vi era anche una primissima pubblicità cartacea dei giocattoli:


Ma perché fino a ora nessuno, tra tutti i fan e i collezionisti, ha mai tirato fuori questa roba?
Eppure, di siti e blog e pagine che raccolgono le pubblicità di Topolino ne abbiamo a iosa, sul web.
E allora com'è possibile che a tutti noi sia sempre sfuggita la prima, vera apparizione italiana dei Masters of the Universe?
E qui sta il mistero.

Interessato ai Masters? Leggi anche:



Rivolgendomi anche ai collezionisti del magazine Topolino, ora: correte a vedere cosa contiene la vostra copia.
L'albo è il seguente:



Probabilmente non contiene niente, o forse avete conservato questo opuscolo (cliccando sulla foto potrete rivederne tutte le pagine):


Se invece trovate l'inserto targato Masters, fate un fischio!
Perché questi Masters nel 1982 li hanno visti in pochi.
Forse... solo una ristretta area geografica?
Già, quel che penso io è questo: la Mattel, prima del grande lancio ufficiale nel 1983, ha "testato" in qualche zona d'Italia la nuova linea di giocattoli, giusto in tempo per Natale.
Oppure ancora, tutto era pronto per il Natale '82 ma all'ultimo la casa di produzione ha deciso di rimandare alla primavera seguente.
Qualche Topolino era già andato in stampa, magari un lotto molto piccolo, e il resto dei numeri fu corretto in corsa aggiungendo un nuovo allegato.
Non so nemmeno se tipograficamente sia possibile, eh.


Resta che questa storia illustrata dei Masters, con relativa primissima pubblicità, l'hanno vista davvero in pochi, pochissimi.
Quale sarà la verità dietro questo particolare mistero? Chi ha rielaborato le immagini del primo minicomic? Chià sarà l'autore?
Voi cosa ne pensate?
Che idea avete a riguardo?


altri misteri "pop"? leggi anche

46 commenti:

  1. Sì, secondo me l'inserto di lancio dei Masters è apparso su pochi Topolino (possibilissimo che siano state stampate poche copie così e le altre con il catalogo Mattel).
    Pensa che su eBay i topolino li vendono a pochi euro l'uno.
    Pensa, anche quel topolino con libretto di He Man, probabilmente 😁. Ma non tutti su eBay indicano in modo dettagliato cosa c'è dentro la rivista...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh lo so, infatti Fabio lo ha recuperato così! Mentre tutti quelli noti, hanno il pieghevole di Barbie!!!
      Mistero!! 🤓🔥

      Moz-

      Elimina
  2. Non posso che appoggiare l'ipotesi dell'inserto in alcune copie soltanto... Purtroppo i Topi più vicini che ho a quel numero sono 1383 e 1414...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qualche collezionista su FB mi sta rintracciando le copie, ma hanno Barbie come pieghevole... 😎🔥

      Moz-

      Elimina
  3. Credo anch'io come Riky che siano poche le copie di quel Topolino il che dà ad esse un valore anche economico interessante ma soprattutto per un vero collezionista che avesse in mano una di queste copie, una soddisfazione immensa e, per fortuna, non stimabile economicamente perché non ha prezzo, perché una gioìa come quella non si vende, non la si lascia andare via.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma il problema è che secondo me molti nemmeno sanno di avere una rarità!!

      Moz-

      Elimina
  4. "E allora com'è possibile che a tutti noi sia sempre sfuggita la prima, vera apparizione italiana dei Masters of the Universe?
    E qui sta il mistero."

    Beh Moz, vedila sotto questo aspetto: ben pochi secoli fa e per non so quanto tempo, la gente era convinta che certe creature saltassero fuori per generazione spontanea, tipo ratti, insetti, rospi eccetera. A tutti sfuggiva che forse la ragione per la quale apparivano queste bestie in certi posti abitati è perchè erano lerci da far schifo.
    Quindi dai, che sia sfuggito un dettaglio così piccolo ed insignificante come questo dei Masters, adesso in paragone non dovrebbe più apparire tanto scandanloso, no? :D :D :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, lo so, ma non è un dettaglio: è la PRIMA vera apparizione dei Masters in Italia... roba che bisogna retrodatare tutti i dati finora pubblicati! XD
      Io mi occupo di queste cose, non di ratti insetti e via dicendo... né di cose (troppo) serie!^^

      Moz-

      Elimina
    2. No Moz mi sa che non hai colto la battuta. Io parlavo riguardo la facilità. Come è stato possibile dicevi? Beh se la gente si è dimostrata capace di farsi sfuggire una cosa così, figurati quanto deve essere stato facile farsi sfuggire un dettaglio di importanza quotidiana molto inferiore, di nicchia e molto più difficile da notare come questo dei Masters. :D

      Elimina
    3. Comunque Moz, ti butto lì un'altra teoria che suona come una battuta ma non lo è nemmeno tanto. Non sarà che in tanti lo hanno rimosso? Voglio dire, He-Man disegnato così uno tenderebbe anche a volerlo dimenticare e inconsapevolmente potrebbe essere successo proprio questo.

      Elimina
    4. No, non credo... perché una cosa del genere fa buttare a pesce i fan... dove retrodatare una cosa comunemente intesa essere iniziata nell'aprile 1983... scherzi?
      Sono pezzi rari, per i collezionisti: ci sono comunque novità da Facebook!

      Moz-

      Elimina
  5. Quel numero di Topolino con uno degli episodi di Marco Polo (sull'onda dello sceneggiato Rai) me lo ricordo, ma ahimé, ricordare anche l'allegato natalizio è chiedere troppo alla mia memoria... Forse, una spiegazione è proprio che quasi tutti noi bambini dell'epoca, dopo aver scelto (o solo sognato) i regali, abbiamo semplicemente smarrito l'inserto (lasciato chissà dove) conservando con cura solo il numero di Topolino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh ma era UNITO, nel senso che è un pieghevole come fossero delle pagine interne, bisognava strapparlo via, nel caso, quindi penso che sia rimasto in quasi tutte le copie... ma sia quello su Barbie!!

      Moz-

      Elimina
  6. Certo che quei disegni sono terribili, sembra che He-Man si stia sciogliendo! Un altro mistero è perché si sia sentito il bisogno di ridisegnarlo... Possibile che ci sia dietro una qualche questione di diritti? o si è cercato di dargli un'aria più "bambinesca"?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La seconda, perché si tratta di una produzione ufficiale Mattel, come annunciato dal lancio in giallo... Inoltre, la pubblicità è quella dei giocattoli, assolutamente... Hanno ridisegnato per non farlo sembrare troppo cupo, visto che l'originale di Alcala in effetti è uno space-fantasy in tutto e per tutto^^

      Moz-

      Elimina
  7. Che magnifico pezzo di storia! Grazie Moz, bel lavoro! 👌

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sperando di saperne di più, intanto questa è ufficialmente la prima apparizione italiana di He-Man! 💪

      Moz-

      Elimina
    2. E mi permetto di aggiungere: meno male che è finita per essere così passata in sordina come prima apparizione. Si sa che cosa si dice delle prime impressioni, no? Poteva rovinare He-Man per sempre :D :D :D

      Elimina
    3. Ahaha in un certo senso sì!
      Comunque su FB ci sono novità... molto molto interessanti^^

      Moz-

      Elimina
    4. In effetti non sarebbe stato il modo più elegante di cominciare 🤣

      Elimina
    5. Ahaha, eppure la ditta pubblicitaria è la stessa che se ne occuperà nel 1983!

      Moz-

      Elimina
    6. Allora è proprio vero: sbagliando si impara XD

      Elimina
    7. Penso proprio che l'errore, se così possiamo definirlo, fu della Mattel e Mondadori...^^

      Moz-

      Elimina
  8. io punto sulla tesi "edizione test a carattere regionale", con il resto della penisola dedicata a Barbie. Erano un classico dei Topolino d'epoca (per esempio, nella provincia di Messina uscì un albo contenente "Zio Paperone e il Ponte di Messina" e nel resto d'italia ciccia)

    Immagino che ci sarebbe potuto essere anche un problema di logistica: ti immagini bambini di Palermo che volevano i Masters ma si trovavano -sfiga!- solo a Milano e dintorni (erano usciti da pochissimo negli USA: ce n'erano abbastanza per rifornire anche l'europa?)?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccooooo!
      Grande!
      Allora sì: anche perché mi hanno passato su FB la foto di UN ALTRO INSERTO simile, tratto dal secondo minicomics originale!!

      Moz-

      Elimina
    2. Mi sembra che sia un ulteriore conferma che all'epoca la diffusione di quegli inserti è stata ridottissima! Ma sei riuscito a scoprire in che area geografica sono stati acquistati questi topolini?

      Elimina
    3. Mi sembra che sia un ulteriore conferma che all'epoca la diffusione di quegli inserti è stata ridottissima! Ma sei riuscito a scoprire in che area geografica sono stati acquistati questi topolini?

      Elimina
    4. Ciao Gatz!
      Guarda, tendenzialmente dovremmo essere in Lombardia... potrebbe essere stato un test: su FB mi hanno messo un secondo inserto, anche in questo caso un ridisegno di un minicomic (il secondo originale)... e la pubblicità... Forse davvero fu un test natalizio 1982 prima del lancio 1983!

      Moz-

      Elimina
    5. Si, io abitavo a roma in quel periodo e di inserti dei masters su topolino prima dell'estate del 1983 neanche L'ombra! Pensa che appena vidi le prime pubblicità nell'estate 1983 inizia a fare stalking per farmeli comprare tutti e mi ricordo che mi dissero che a loro non sembravano tutta questa novità;al che mi infervorai tantissimo e mi ricordo come fosse oggi che non li avevo mai visti prima neanche in negozio! Morale della favola, a natale avevo già il castello, le otto action figures e il wind rider!

      Elimina
    6. Ehehe GRANDISSIMO!
      Comunque, fecero davvero il botto... e la cosa, con le dovute proporzioni, si sta ripetendo con gli Origins^^

      Moz-

      Elimina
    7. Si davvero fighi gli origins,il fatto che non fossero snodabili era il grande difetto delle action figures originali! L'altro grande mistero della distribuzione dei masters in Italia è quello della seconda e terza wave che, se non sbaglio,furono distribuite in modo non cronologico (nella seconda wave nel 1984 non furono distribuiti trap-jaw e tri-clops ma alcuni personaggi della terza come il prince adam). Hai mai fatto un post al riguardo?

      Elimina
    8. Non ancora, ma arriverà il post sui Masters in Italia, già in fase di progettazione... ;)
      Sì, gli Origins sono fighi... assolutamente^^

      Moz-

      Elimina
    9. Sono completamente ignorante sui Masters, ma su Topolino so dire qualcosa: l'inserto è al 99%, infatti, qualcosa di "regionale". La Mondadori lo ha fatto e ancora oggi lo fa su alcune riviste: ricordo che quando mia madre comprava Donna Moderna, al centro ogni tanto si trovava un inserto pubblicitario stampato su carta diversa, più "dura". In un angolino c'era scritto "Calabria-Sicilia". Quindi è possibilissimo che questa campagna pubblicitaria su Topolino, gestione Mondadori, fosse areale quindi solo al Nord o addirittura solo Lombardia.

      Elimina
    10. Perfetto, ottima testimonianza.
      Sicuramente fu una cosa localizzata in zona Milano e Torino, per quella distribuzione lì: altrimenti non si spiegano le pochissime testimonianze in proposito...^^

      Moz-

      Elimina
  9. Fuori tema, desidero soltanto dirti che sono assolutamente d'accordo con il tuo commento all'Agorà.
    Cri

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho letto, comunque nel caso parliamone altrove 💪👍

      Moz-

      Elimina
  10. Purtroppo, per me, tra me e te ci deve essere un abisso di età...😢😢😢 anche questo gioco non lo conosco e mi dispiace tanto, per me naturalmente. Ciao Miky...un saluto e un sorriso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari però hai avuto o hai quel Topolino che cerchiamo!
      👍

      Moz-

      Elimina
  11. Ammazza ao, ma tu guarda che roba. Incredibile che quell'inserto non fosse presente su tutti i topolino legati a quella uscita. Chissà da cosa sarà dipeso. Tu sai che in famiglia siamo dei collezionisti/venditori e ho motivo di credere che con un numero di quel tipo si potrebbe fare una bella asta su Ebay. Ovviamente parliamo dell'82 e vallo a trovare un volume simile, non credo di averlo nemmeno io

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma guarda, sono pronto a scommettere che pure se tu lo avessi, come il 90% delle persone, dentro troveresti... Barbie!
      Perché inizio a comprendere che è successo solo al nord...

      Moz-

      Elimina
  12. Ricordo quel Topolino e quel periodo, per esempio poco numeri dopo iniziò la saga della Spada di Ghiaccio la mia preferita. E invece non ricordo alcun inserto con He Man. Area Friuli. E occhio: io ero attentissimo alle action figure già allora. Per esempio nell'autunno del 1982 usci anche un'altra serie di action figure simile ai Masters ma che ebbe infinitamente meno successo: Cosmo Crass. Io nerd già allora divorai la pubblicità imparando a memoria nomi dei personaggi e retroscena dell'ambientazione. Ritengo quindi "fiction" la possibilità di non essermi accorto dell'inserto.
    Ipotesi: in autunno esce Cosmo Crass e non ha successo in Italia. La Mattel Italia decide di testare con il fumetto. In base all'aumento di richieste nei negozi di giocattoli decidono quanto e come distribuire. Col senno di poi non capiamo questa mossa dell'opuscoletto, ma ricorda che dal punto di vista dei giocattoli era un periodo di passaggio: con il Natale 1982 si chiude l'era dei robottoni giocattolo perlopiù commercializzati da GIG e Ceppi Ratti (Calendarman, Starzinger, etc). Proprio di quel Natale ricordo un'intera pagina della Ceppi Ratti con tutti robot giapponesi (https://www.pinterest.it/pin/465700417692662911/).
    Nella primavera 83 uscì distribuita dalla GIG la serie di action figure Eagle Force, che non ebbe alcun successo. Un opuscoletto locale in quel caso avrebbe giovato.
    Giù

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Giù, benvenuto e grazie della testimonianza.
      Sì, verissimo: il 1983 segna la fine di tutte le cose più vecchie, e segna l'inizio di una nuova epoca.
      Io credo che questo opuscolo (su FB me ne hanno mandato anche uno del numero precedente di Topolino, e uno del successivo) sia localizzato al nord (Milano e Torino) Un test vero e proprio per capire e tastare il terreno...

      Moz-

      Elimina
  13. MIKI ti ho girato le immagini con le prove, perchè non le pubblichi? Poi scusa ma... che significa "una probabile pubblicità di Gennaio"? Non è affatto probabile, ci ho fatto anche un video dove la mostro chiaramente! E' il numero di gennaio 83 dell'Illustrazione dei Piccoli. Non sarebbe il caso di correggere?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi hanno passato vario materiale, ce n'è da fare un altro post più che un aggiornamento. Sto aspettando che mi passano l'ultima cosa.
      Il "probabile" riferito al gennaio è perché tu stesso ti chiedi se sia stato preparato due mesi prima 💪

      Moz-

      Elimina
  14. Probabile il test "regionale", visto che, se non sbaglio, questo tipo di test venivano fatti anche per altri prodotti, tipo la crema spalmabile della Kinder: mia moglie la ricorda, visto che è pugliese, io dalla sua descrizione me la sogno la notte 😔

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto, alcune cosa sono davvero localizzate, per capire se farlo su larga scala o no^^

      Moz-

      Elimina